Il Festival

Festa del Circo contemporaneo e Teatro di strada

Il Muja Buskers Festival è nato nel 2017, dall’idea di riprendere il festival di Teatro ragazzi degli anni 80, che aveva portato alla ribalta la cittadina di Muggia, località in provincia di Trieste, ai confini con la Slovenia.

Muja Buskers Festival: una media di 12.000 presenze ogni anno

Così, giunti da diversi luoghi d’Italia a Muggia, i soci fondatori hanno dato vita all’Associazione Sparpagliati per organizzare il festival. Fin da subito l’obiettivo era quello di trovare una peculiarità che potesse rendere l’evento distinguibile e per questo è stata eliminata la parola “festival“, scegliendo “festa del circo contemporaneo e teatro di strada”. Perché crediamo che durante i giorni del Muja, il circo sia capace di trasformare in un’unica comunità: gli artisti, il pubblico ed i volontari”.

In questi anni migliaia di spettatori, grandi e piccini, hanno gremito le calli e le piazze della città rivierasca nei week-end del Buskers raggiungendo una media di 12.000 presenze ogni anno. Per questo il Muja Buskers traccia il suo percorso insieme al pubblico, che ha la possibilità di assistere a spettacoli consolidati, italiani e internazionali, in scena da diverso tempo, ma ha anche la possibilità di vivere insieme agli artisti il processo creativo che porta alla realizzazione di uno spettacolo. Questo connubio ha potenziato due aspetti: gli artisti in creazione accelerano tutti i processi creativi grazie all’immediato confronto gli uni con gli altri, in più il pubblico scopre sempre di più tutte le diversità di linguaggi del circo contemporaneo. Il tutto rende l’atmosfera unica proprio come una festa di circo.

Unico questo appuntamento lo è stato sin dalla sua prima edizione, ma è chiaro che in questo 2020 la sua unicità avrà anche un’altra veste. In questo difficile periodo di emergenza Covid-19, Muggia vivrà un’edizione speciale del Muja Buskers Festival: un progetto che nasce dalla passione, ma ha alle spalle molto impegno e sacrificio per regalare l’allegria, lo stupore e la meraviglia di quando si era bambini; un progetto che regala emozioni semplici e genuine che riescono a travolgere tutti indistintamente, con una forza dirompente in un viaggio oltre il tempo e lo spazio; un progetto che, in questo difficile momento, si fa portavoce di un messaggio di coraggio e di speranza che forse solo lo spettacolo e l’arte possono dare con tanta intensità.

Il Sindaco Laura Marzi

 

Un evento speciale che si reinventa, si trasforma e si presenta in una veste nuova: L’Edizione che Cura, con la cultura, l’arte di strada e la magia del circo. Condividere un sogno seppur distanti, prendersi cura gli uni degli altri. Un’edizione nata da una grande sfida raccolta con entusiasmo dai numerosi volontari e dal Comune di Muggia che anche quest’anno accoglie il festival a braccia aperte.

Il Presidente di Sparpagliati Andrea Lovrecic

 

Abbiamo l’occasione di riflettere su quanto il vivere insieme sia necessario per curare i nostri animi: il festival che si fa luogo e tempo nei quali le difficoltà si trasformano in opportunità. Opportunità di guardarci negli occhi per leggere le reciproche storie ed emozioni di vita, le stesse storie narrate dal teatro ed il circo contemporaneo cambiando così il distanziamento in uno spazio scenico di condivisione ancestrale.

Il Direttore Artistico Riccardo Strano

Chi organizza il Festival

Muja Buskers Festival è organizzato dall’Associazione culturale Sparpagliati in collaborazione con il Comune di Muggiacon la direzione artistica di Riccardo Strano.

Sparpagliati aps
Via Revoltella 6
34138 Trieste
CF 90154510326

Iscritta al n. 889, Registro regionale delle associazioni di promozione sociale,  L.R. 23/2012, art. 20

Follow us!

info@mujabusker.com
privacy policy
trasparenza

traduzioni: Laura Sgubin, Michela Candi, Evelin Turk
web: DesignAR